Rossovermiglio e Paduli, un’antica tradizione viticola

Rossovermiglio e Paduli, un’antica tradizione viticola

Vigneto a Paduli

Siamo nel Sannio beneventano nel comune di Paduli, una zona segnata da un’antica tradizione viticola. Il territorio, pur essendo particolarmente vocato, negli anni ’80 ha sacrificato le tradizionali coltivazioni di vite e olivo a favore di produzioni agricole industriali, quali il tabacco, sicuramente più redditizie rispetto a olio e vino.

Nel 1985 una fortissima e storica gelata infisse il colpo di grazia, danneggiando i vecchi vigneti aziendali che erano “maritati” ad altre piante, e ridusse notevolmente in tutto il territorio la traccia storica della viticoltura locale.

Mentre nella maggior parte del territorio del comune di Paduli si coltivava tabacco, consapevoli della particolare vocazione del territorio, sulla scia delle tradizioni familiari abbiamo voluto riprendere la coltivazione della vite, preferendo inizialmente le varietà autoctone quali Falanghina, Greco e Fiano per i bianchi e qualche anno dopo l’Aglianico nel ricordo del vino rosso prodotto e commercializzato sfuso da nonno Antonio .

I vigneti di ROSSOVERMIGLIO sono situati a sud-est di Benevento, alle falde dell’appennino campano, in un area diametralmente opposta alla zona di maggiore produzione viticola sannita. Qui le condizioni pedo-climatiche consentono di differenziare l’espressione varietale dei vitigni autoctoni, che vengono allevati a spalliera con densità d’impianto che raggiunge le 5.000 piante per ettaro.

L’altitudine media dei vigneti aziendali è di circa 300 m slm, i terreni sono piuttosto poveri di sostanza organica, ricchi di scheletro e con buona presenza di argilla e calcare. Le temperature sono mediamente più basse delle altre zone vitate del Sannio, con forti escursioni termiche tra giorno e notte, frequenti nevicate d’inverno e buona piovosità annua. Pertanto l’evoluzione di tutte le fasi fenologiche della vite è piuttosto tardiva e la maturazione è lenta e graduale.

E’ grazie a queste peculiarità che i vini prodotti in questa terra trovano nella minore concentrazione, nella freschezza e nella finezza gli elementi distintivi dell’espressione dei caratteri varietali e del terroir Sannio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *